bruschetta time

eh si, siamo nel pieno della stagione delle bruschette.
e anche se per me le bruschette vanno bene tutto l’anno, oggi dalle mie parti ci sono 30 gradi, temperatura ideale per mangiare all’aperto e preparare qualcosa di sfizioso senza stare troppo ai fornelli…
si possono “bruschettare” tutti i tipi di pane e condirli con tutto quello che c’è a disposizione in frigo e in dispensa, ma l’idea di oggi è di usare una paposcia di Vico del Gargano (presidio Slow Food) e condirla con melanzane grigliate, pomodori, feta e un pizzico di origano. basterà un filo di ottimo olio extravergine pugliese per completare questo delizioso spuntino.
che ne dite?

20140713-113933-41973879.jpg

Happy sunday!

mio Dio, sono passati due mesi!
non ci posso credere…
dove sono finiti questi 57 giorni?
è vero che sono stata impegnata, ma è imperdonabile un’assenza così lunga: lo dico perché quando passo a leggere i miei blog preferiti e vedo che non sono aggiornati ho una reazione tipo quella di Meg Ryan col consierge nel film French Kiss… avete presente?
spero che tutti voi, che siete passati di qui, mi perdoniate.
l’avete fatto? allora vi auguro una fantastica domenica!

20140713-112428-41068878.jpg

20140713-112428-41068540.jpg

tortino di melanzane

ehilà! come va? non mi avrete data per dispersa… spero!
rieccomi con un’idea facile facile.
che ne dite di un tortino di melanzane con un cuore di mozzarella?
io dico gnam! e dico brava alla mia amica Tiziana, visto che l’idea è sua.
vi basterà grigliare le melanzane sulla piastra e condirle con poco olio, posizionarle a fiore nelle cocottine, inserire qualche cubetto di mozzarella e richiudere i bordi (che avrete lasciato fuoriuscire dalle cocottine), regolare di sale e informare per qualche minuto in modo da far sciogliere la mozzarella.
tocco finale, un rametto di timo: perché ha un buon profumo e fa tanto primavera. bon appetit!

20140516-141020.jpg

altro che pesce d’aprile…

sono davvero qui, non è un pesce d’aprile… bentrovati!
voglio lasciarvi al volo un’idea semplice e sfiziosa, un’idea che sa di primavera
perché è “green”, perché è sana e fresca e soprattutto perché … “non ditemi che non avete cominciato a pensare anche voi alla prova costume”.
e allora provate questa bella insalatina: vi occorrono solo delle zucchine, un po’ di insalata (io ho usato la valeriana) nocciole tostate e feta sbriciolata.
e, come dice Sonia Peronaci, fatemi sapere se vi è piaciuta ;-)

20140401-195036.jpg

tagliatelle con…

lo avrete capito che amo le tagliatelle, vero? mi piacciono soprattutto quelle fatte in casa, che preparo spessissimo, ma quando non c’è tempo mi accontento (si fa per dire) di quelle prese al supermercato.
oggi tocca a loro, ma con un condimento speciale: crema di fagioli bianchi e cipolla caramellata.
in una pentola con un filo d’olio scaldate un cipolla e sedano tagliati a pezzetti, aggiungete i fagioli già lessati, coprite con poca acqua e fate cuocere finché gli ingredienti si saranno amalgamati. regolate di sale a fine cottura.
passate i fagioli nel frullatore a immersione unendo un filo d’olio.
in una padella antiaderente fate stufare la cipolla a fuoco basso finché non sarà diventata di un bel colore bruno. condite le tagliatelle con una parte di vellutata/crema e tenete il resto da parte.
mettete in ciascun piatto un mestolo di crema di fagioli, adagiatevi le tagliatelle condite e la cipolla caramellata. finite con un giro d’olio e bon appetit.

20140312-135006.jpg

20140312-135015.jpg

tagliatelle al cavolfiore

oggi mangiamo sano, ormai lo sappiamo che il cavolfiore fa bene.
ho letto e riletto che, grazie al perfetto equilibrio dei suoi componenti, esercita una benefica azione sulla salute se consumato 2-3 volte a settimana. quindi, fatta eccezione per l’odore, è un piacere cucinarlo spesso, in più è anche molto veloce da preparare.
per queste tagliatelle:
lavate il cavolfiore e dividetelo in cimette, lessatele in abbondante acqua salata (ci vorrano circa dieci minuti) e scolatele con una schiumarola appena saranno morbide.
prendetene una parte, frullatela nel mixer con un filo d’olio evo e tenete da parte. in una padella antiaderente, unta d’olio, versate un paio di generosi cucchiai di pangrattato mischiati con po’ di peperoncino in polvere e fateli tostare.
nella stessa acqua di cottura del cavolfiore lessate le tagliatelle e scolatele al dente. unitele alla purea e alle cimette intere e spolverate con il pangrattato piccante. bon appetit!

20140310-154304.jpg

in veg we trust!

ehilà rieccomi, come state? ci siete ancora? io sono reduce da una delle mie spedizioni al mercato, che oggi si è rivelata una vera avventura, non so cosa sia successo, forse il mercato di frutta e verdura è diventato popolare anche qui… che folla!
sono stata spintonata e calpestata dalle ruote di carrelli e passeggini e alla fine… ho comprato solo un cavolfiore.
normalmente cammino tra i banchi cercando con calma le verdure più belle e più fresche, scambio qualche parola col fruttivendolo e ne approfitto per informarmi sulla provenienza di questo e di quello, insomma mi faccio un po’ i fatti suoi.
normalmente trovo signore di una certa età con il loro bel banco ordinato, intente a pulire le verdure per le clienti superimpegnate o per quelle che ioodiopulirelaverdura, a cui non dispiace chiacchierare e mi raccontano volentieri della loro vita e di come preparano il minestrone.
normalmente scatto qualche foto alle cassette colme di frutta e verdura dai colori vivaci.
normalmente, oggi no, niente chiacchiere, foto o minestroni… oggi solo un cavolfiore!
le foto sono della settimana scorsa, se mi seguite su instagram le avrete già viste. a presto! D

20140304-130947.jpg

20140304-131000.jpg

20140304-131009.jpg

e adesso… sandwiches!

avocado e mazzancolle sono i protagonisti di questa idea per l’aperitivo.
come sempre molto easy.
non dovete fare altro che scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente e cuocere le mazzancolle (già pulite) per qualche minuto.
togliere la buccia all’avocado e schiacciarlo con una forchetta, aggiustare di sale, aggiungere una spolverata di peperoncino e mescolare.
non resta che sistemare gli ingredienti nel vostro sandwich o panino o anche tra due fette di pane tostato et voilà!
non ditemi che non vi è venuta voglia di assaggiarli?

20140217-185948.jpg

20140217-190004.jpg

20140217-190015.jpg